internet-of-things-2Un nuovo studio su Internet.org esamina la situazione attuale riguardo la connettività globale di Internet ed osserva chi è collegato chi non lo è ed i motivi.

Il documento adopera i dati esistenti derivanti da fonti eminenti del mondo della connettività ed inserisce le ulteriori scoperte fatte da Facebook per analizzare quanto Internet sia penetrata nel costume sociale e quali siano gli ostacoli alla crescita.

Si stima che entro l’inizio del 2015 3 miliardi di persone saranno in linea e anche se si tratta di un traguardo strepitoso solo il 40% della popolazione mondiale sarà connesso ad internet.ù

Ovviamente se si guarda nello specifico queste percentuali cambiano in quanto nei paesi sviluppati si sale al 78% degli individui in linea mentre nelle economie emergenti si arriva solo al 32%. Purtroppo per il quarto anno consecutivo il tasso di crescita, nel 2014, è diminuito al semplice 6,6% (dal 14,7% del 2010); un rallentamento che comporterà il raggiungimento dei 4 miliardi non prima del 2019.

Per far si che la connessione ad internet si diffonda si dovranno superare le tre barriere di accesso: infrastrutture, accessibilità e pertinenza.

– Le infrastrutture: più del 90% della popolazione mondiale vive nel raggio di un segnale mobile. Questo vuol dire che va ponderata la questione dell’accessibilità e la consapevolezza, al fine di collegare il maggior numero di persone.

– L’accessibilità: a livello globale il 50% della popolazione, mensilmente, ha una disponibilità fino ad un tetto di 250 MB che se si riducesse a 100 MB coprirebbe l’80% mentre abbassandola ulteriormente a 20 MB sarebbe conseguita dal 90% dei cittadini. Ma in luoghi come l’Africa sub-sahariana, dove il 69% della popolazione vive con meno di 2 dollari al giorno solo il 53% della popolo potrebbe permettersi internet con una copertura di 20 MB, un importo che fornisce solo 1-2 ore di navigazione web al mese.

– La pertinenza: molta gente non è in linea in quanto i contenuti non sono nella loro lingua originale; questo richiederebbe dei contenuti in almeno 92 lingue.